[INTERVISTA] Ti Presento… Spartacus Project

Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo le precedenti interviste che puoi visionare qui e qui, continuo con la rubrica “interviste“.

Questa settimana intervistiamo Stefano Verga e Dario Quaranta fondatori del progetto Spartacus Project

Stefano Verga è un manager e ricercatore di esperienza internazionale, avendo sviluppato business in oltre 60 paesi del mondo in diversi settori. Il suo obiettivo è sempre stato quello di ricercare le migliori strategie, modelli e strumenti di business development per aiutare le imprese a migliorare i loro risultati sul versante strategia, marketing e vendite. Ha una laurea in economia aziendale (Università Bocconi di Milano) e un master in Sales Management (SDA Bocconi).

Dario Quaranta è un manager con esperienza in diversi settori (Power, Oil & Gas, Chemicals. Renewables, Banking) e funzioni (Finance, Marketing & Sales, Operations and Strategy). Tra le posizioni più rilevanti, Dario è stato direttore finanziario e Chief restructuring Officer di una mid cap enterprise con sedi in Italia e in India; amministratore delegato di una utility a Singapore; responsabile del dipartimento Sviluppo Strategico di una mid cap enterprise con sedi in Italia e USA. Ha una laurea in ingegneria chimica (Federico II), un MBA (MIP) e un master in corporate finance (SDA Bocconi).

Ti sei già iscritto alla NEWSLETTER? Clicca qui

Buongiorno Stefano e Dario, è un onore ed un vero piacere avervi qui con noi oggi.

Ciao Riccardo, è un piacere per noi.

E’ da poco uscito il vostro libro “Le Nuove Regole del Business Development per le Piccole e Medie Imprese“. Per arrivare oggi a scrivere un libro, quali sono state le più grandi difficoltà che avete dovuto superare?

Nessuna difficoltà, i contenuti del libro sono stati elaborati in anni di esperienza sul campo

 Cos’è “Spartacus Project”?

Spartacus è una progetto di business development focalizzato sulle piccole e medie imprese che oggi hanno bisogno di comprendere quali sono le nuove regole del gioco per poter crescere ed avere successo in un mercato sempre più difficile e competitivo. Per fare questo abbiamo pensato ad un modello di business innovativo con focus sull’analisi olistica della strategia aziendale e sulla sua implementazione operativa attraverso un approccio specialistico.

Descriveteci il profilo del vostro cliente ideale.

Il nostro cliente ideale rientra in queste 3 categorie:

– Le pmi sane per farle crescere dimensionalmente
– Le pmi in crisi per risanarle, ristrutturarle e rilanciarle
– Le start up per farle partire con solide basi

Oggettivamente ritenete che il digital marketing abbia reso più difficile oggi fare business rispetto ad una volta? E perché?

Il digital marketing è uno strumento utilissimo per chi ne comprende i meccanismi e i prerequisiti. Nel libro spieghiamo come migliorarlo attraverso l'”equazione del webmarking” che si basa sulle 4M. Se da un lato il digital marketing è uno strumento che facilita l’interazione con il cliente dall’altro rappresenta un moltiplicatore di concorrenti.

In base alla vostra esperienza di “uomini di mondo” quali sono i servizi, se ce n’è qualcuno, che oggi un commercialista italiano non fa e che invece dovrebbe assolutamente garantire ai suoi clienti?

Un commercialista con una visione a 360° del business

Nelle aziende gli adempimenti alle normative in genere dovrebbero essere viste come una questione puramente burocratica – che si deve obbligatoriamente fare per “essere in regola” – o come un’occasione per poter osservare le attività anche dal punto di vista dei “numeri” che queste generano?

La seconda

Se ne doveste scegliere uno solo, quale sarebbe l’aspetto più importante che le aziende dovrebbero considerare per fare business profittevoli?

Se ne dovessimo scegliere uno il modello di business e a seguire il brand positioning.

Rifletteteci bene prima di darmi la prima risposta che vi viene in mente: qual è DAVVERO il fine ultimo, lo scopo finale, la ragione per cui esiste un’azienda?

Domanda difficile. Ogni tipologia di azienda ha obiettivi diversi che non sempre sono rappresentati da fare profitto e creare valore.

Dove è possibile acquistare il suo nuovo libro?

Andando sul sito Andando sul sito di Spartacus: http://www.spartacusproject.com/libro/ è possibile scaricare i primi capitoli del libro gratuitamente.

C’è qualche domanda che non vi ho fatto a cui vorreste rispondermi?

Si c’è una domanda che non ci hai fatto. Quale il fine ultimo del progetto Spartacus? Risposta: Il nostro scopo ultimo è quello di rilanciare l’economia italiana il cui tessuto imprenditoriale è costituito al 99% da piccole e medie imprese. Se si riuscisse davvero a far tornare a crescere le pmi, che tornerebbero quindi a produrre ricchezza, questo significherebbe far ripartire realmente l’economia del nostro Paese.

E’ stato un onore ed un piacere per me avervi intervistato. Il vostro contributo permette ai nostri lettori di avvicinare i rapporti di collaborazione e fiducia reciproca che dovrebbero legare la figura del “commercialista” con quella del “cliente”. Vi auguro buon lavoro ed una splendida giornata.

E’ stato un piacere

 

 


Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

HO 2 REGALI SOLO PER TE!

- NO SPAM - NO offerte a pagamento - ti cancelli quando vuoi

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 196/2003