Come diventare Commercialista: la Guida Definitiva

Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come diventare Commercialista?

Nel mercato moderno molti aspiranti giovani laureati in Economia si fanno questa domanda ed oggi io voglio darti una risposta esauriente che comprenda tutti i passaggi essenziali.

Molti anche si chiedono se la professione del dottore commercialista sia morta… Io ho fatto un’analisi qui

Come al solito questi argomenti vanno preceduti da un’introduzione:
la figura del Commercialista è essenziale nel contesto economico-aziendale in cui le imprese, gli imprenditori, gli impiegati amministrativi ed i freelance si ritrovano ad operare oggi: infatti, grazie alle conoscenze trasversali in ambito giuridico-amministrativo-fiscale, la figura del Commercialista risulta essere una valida guida per direzionare, nella strada più adeguata e conveniente, il successo di un’azienda.

Attenzione!

Il Commercialista non dovrà assumere il ruolo di intermediario del fisco fregandosene altamente delle esigenze e dei bisogni delle imprese, anzi… dovrà fare l’esatto opposto! Dovrà mettere le esigenze delle imprese in primissimo piano per poter fornire tutti quei suggerimenti e quegli strumenti atti ed adatti a soddisfarli.

Leggi questo articolo se vuoi approfondire l’argomento: Perché Cambiare Commercialista NON risolve tutti i problemi?

Ti sei già iscritto alla NEWSLETTER? Clicca qui

I 6 passaggi minimi ed essenziali per diventare Commercialista sono questi:

  1. Studia e prenditi un diploma, meglio se in Ragioneria.

2. Studia ancora e prenditi anche una laurea in discipline economiche. Le lauree ammesse per l’iscrizione nella sezione A “Commercialisti” dell’albo sono:
–> la laurea specialistica della classe 84 S, corrispondente alla laurea magistrale della classe LM 77 – Scienze economico-aziendali,
oppure
–> la laurea specialistica nella classe 64 S, corrispondente alla laurea magistrale della classe LM 56 – Scienze dell’economia.


3. Cerca un altro Commercialista, già iscritto all’albo da almeno 5 anni, che possa farti da dominus e fai il praticantato presso il suo Studio. Il praticantato dura 18 mesi.
In questo periodo di tempo dovrai farti il culo, farai lavori molto semplici oppure molto complessi sempre affiancato dal Commercialista più esperto che ti indirizzerà su quelle che saranno le quotidiane problematiche da risolvere per i clienti.
Completare il tirocinio ti permette di essere ammesso all’Esame di Stato.
Ah, devi continuare a studiare tenendoti aggiornato su tutte le normative fiscali!


4. E’ arrivato il momento di iscriversi all’Esame di Stato per ottenere l’abilitazione. L’Esame di Stato è possibile farlo presso una delle sedi universitarie indicate nella tabella d’ordinanza ministeriale. Per esempio nel 2016 era possibile farlo in queste sedi qui. L’Esame di Stato consiste in 3 prove scritte (una di queste è un’esercitazione pratica) ed 1 orale. Insomma ti tocca veramente impegnarti…


 

5. Dopo aver superato l’Esame di Stato, per diventare Commercialista devi iscriverti all’albo Sezione A che è quello specifico per i dottori commercialisti.
Contestualmente all’iscrizione devi aprirti una Partita Iva ed iscriverti al Registro delle imprese tramite la Camera di Commercio, all’INAIL e alla Cassa di previdenza per la gestione dei contributi previdenziali.
Ah, non pensare che sia finita qui… devi continuare a studiare ed a formarti per mantenerti aggiornato! (Quante volte te l’ho detto?!?) Infatti, i Commercialisti devono seguire dei corsi di aggiornamento professionale e conseguire almeno 90 crediti nel corso di tre anni, con minimo 20 crediti l’anno di cui almeno 3 crediti formativi devono riguardare l’ordinamento, la deontologia, le tariffe e l’organizzazione dello Studio Professionale.


6. Comincia a fare del sano Personal Branding, ovvero della buona propaganda di te stesso, insomma ora devi davvero imparare a saperti vendere bene.
Indipendentemente dal fatto se deciderai di aprirti uno Studio tutto tuo o di associarti o di collaborare con uno Studio già avviato, dovrai comunque puntare sulle tue competenze più forti per poterti proporre e specializzarti in pochi ambiti in cui potrai dare ed offrire il meglio in termini di approccio e risoluzione dei casi. Non puoi fare tutto per tutti anche se le tue conoscenze trasversali te lo permetterebbero.


PS: ti giro un link che può soddisfare la tua voglia di approfondimento in merito all’argomento “Come diventare Commercialista”, eccolo:

Alcune domande frequenti tratte dal sito dell’Università di Siena 

 

 

 


Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento su “Come diventare Commercialista: la Guida Definitiva

Lascia un commento

HO 2 REGALI SOLO PER TE!

- NO SPAM - NO offerte a pagamento - ti cancelli quando vuoi

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 196/2003