Come Riconoscere il MIGLIOR COMMERCIALISTA al Primo Incontro

Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In un modo o nell’altro è arrivato il momento del “primo incontro” con il Commercialista o Consulente del Lavoro. Come fai a sapere se è quello giusto per TE?

Innanzi tutto ci sono dei pre-requisiti che il Professionista DEVE rispettare senza i quali è inutile andare ad approfondire la questione “mi affido a lui o no”.
In seguito dovrai riconoscere quali sono le cose che NON DEVONO avvenire durante l’incontro. Se queste cose accadono allora probabilmente non ti stai rivolgendo ad un buon commercialista, e quasi sicuramente non al MIGLIORE.

Iniziamo!

PRE-REQUISITI minimi OBBLIGATORI

1) PRaccoglienzaIMA ACCOGLIENZA DEL PERSONALE FRONT-LINE, sia diretta, sia telefonica, sia scritta (mail, fax o altro)

Come sei stato accolto telefonicamente, via e-mail o altro? Lo Studio nella sua interezza è stato disponibile? Ti è venuto incontro? Ha fatto problemi nel trovare un momento in cui era possibile vedersi per una prima consulenza/un primo incontro? Quando un giorno ti servirà una consulenza telefonica o avrai bisogno di un appuntamento con il Commercialista o Consulente del Lavoro non riuscirai mai a parlarci perchè non te lo passano o perchè non è mai disponibile…pensaci!

2) IMMAGIimmagine-personaleNE PERSONALE SOTTO OGNI ASPETTO: dal sorriso e relazione all’abbigliamento

Come ti sembra la struttura dove lavora il Commercialista o Consulente del Lavoro? E’ in ordine? Ci sono carte sparse in maniera disorganizzata per lo Studio? Se è tutto alla rinfusa nel momento in cui ti servirà una carta per un’ispezione o per un documento che devi presentare in banca aspettati tempi biblici… Questo non è un buon modo per organizzare le “carte” di un Cliente.

sala-attesa3) I LOCALI, DALLA SALA D’ATTESA ALL’UFFICIO: ordine e pulizia sono i primi fattori che influenzano la percezione

Sei in sala d’attesa: osserva i giornali, osservati attorno… se trovi riviste non aggiornate non credere al Commercialista o Consulente del Lavoro che poi in sede di intervista ti dice “Siamo uno Studio aggiornato ed al passo coi tempi e…bla bla…” Ma se non ha nemmeno le riviste aggiornate o ti mette il Quattroruote o Panorama di 3 anni fa!? Forse ti sta prendendo per il culo…

domanda4) DOMANDA, SI INTERESSA, ti chiede dettagli e ascolta senza interrompere mai

Osserva bene i suoi comportamenti durante l’incontro: questo ti farà capire se sei l’ennesimo Cliente che deve “prendere in carico” per aumentare il suo fatturato o se sarai veramente un Cliente per cui lui si farà in quattro per TE dandoti valore aggiunto (mentalità WIN-WIN –> vince LUI perchè tu gli paghi una parcella, vinci TU perchè lui ti dà valore aggiunto con consulenza di valore).

inoki_parla_chiaro

5) PARLA CHIARO, usa termini che TU capisci o, se complessi, te li spiega con parole semplici

Come si esprime? Fa il supponente, il presuntuoso, il saccente? Parla in legalese-tecnichese? Se saprà esprimerti concetti complessi in parole semplici allora avrai trovato davvero un alleato, altrimenti l’ennesimo “conta-fagioli”.

 

11431468-un-uomo-d-affari-fumetto-parla-denaro-archivio-fotografico6) PARLA DI DENARO SENZA INDUGI o tentennamenti: trasmette serenità e sicurezza

Se non ti dice chiaramente quali sono i suoi tariffari, oppure è vago, oppure ti fa un forfait senza elencarti dettagliatamente cosa è compreso e cosa no, allora scappa! Perchè alla prima parcella ti appiopperà sicuramente delle voci che TU pensavi fossero ricomprese, ed invece…

 

 

Ok, questi sono pre-requisiti, li do quasi per scontati, ma so per certo che spesso non lo sono, quindi te li ho elencati e descritti lo stesso.

Ti sei già iscritto alla NEWSLETTER? Clicca qui

Cose che NON DEVONO accadere durante l’incontro vero e proprio

vietato

 

 

 

1) NON TI FA DOMANDE

Parte in quarta e, dopo le presentazioni di rito, comincia a raccontare di sè, di quanto il suo Studio è bello, bravo e competente, bla bla…
Ora a TE che te frega di sapere chi è? Magari ti interessa sapere di più cosa può fare per te e se lo sa fare e come potrà aiutarti…

Un’intervista fatta bene va minimo da 10 minuti a 40 minuti circa.

Solo dopo può presentare se stesso e lo Studio.
Quindi se non ti fa domande sulle tue esigenze, SCARTALO!

 

2) NON ATTENDE LA RISPOSTA

E’ il classico caso in cui il Commercialista o Consulente del Lavoro ti fa una domanda e automaticamente ti dà una risposta, esempio:

“Sig. Rossi ma lei avrebbe intenzione di aprire una SRL o una SNC? Perchè le spiego: i vantaggi che avrebbe aprendo una SNC sarebbero bla bla…. mentre se aprisse una SRL bla bla….”

Una domanda finisce sempre con un punto interrogativo e con una pausa!

Al massimo dopo la TUA risposta il Professionista può prendere un pezzo della TUA risposta per farti un’altra domanda e da cui scaturisce un bellissimo incontro profittevole.

 

3) NON ASCOLTA PERCHE’ PENSA A QUELLO CHE TI VUOLE DIRE DOPO

A volte il Commercialista o Consulente del Lavoro saccente anzichè ascoltare TE, ora e in questo momento, durante l’incontro percepisce già quale sarà l’argomento su cui vorrai andare a parare e non ti ascolta.

Non ti ascolta minimamente perchè sta già pensando alla risposta da darti quando avrai finito di parlare.

Questo è sintomo di un Professionista che sta sul piedistallo e non ti rispetta. Pensa in futuro quando gli chiederai qualcosa come ti assisterà…

 

4) FARE PIÙ DOMANDE CONTEMPORANEAMENTE

Ti fa più domande perchè non ha tempo da perdere. Quando avrai bisogno di un consulto in futuro come farai? Che sensazione proverai quando avrai bisogno di aiuto? Ti sentirai come uno che fa perdere tempo al Professionista. Non è una bella senzazione… No buono…

 

5) NON ACCETTARE LA RISPOSTA

Il Miglior Commercialista o Consulente del Lavoro anzichè dirti di NO a priopri a determinate richieste, ti chiede PERCHE’ vuoi fare una determinata cosa, QUALI vantaggi pensi di avere nel farla e/o QUALI rischi pensi di evitare, insomma approfondisce la questione insieme a te.

 

Bonus:  cosa DEVE chiederti?

extrabonus

 

 

 

Ci sono delle domande che un Commercialista o Consulente del Lavoro ti deve assolutamente fare durante l’incontro.

Questo ti fa capire immediatamente che hai a che fare con un Professionista con le palle, che non ha peli sulla lingua e che va subito al sodo; è un sintomo che ti farà capire che saprà seguirti e consigliarti al meglio anche in futuro.

Le domande che deve assolutamente farti sono:

  1. CHI DECIDE (economicamente e formalmente; non sempre coincidono queste figure)
  2. PERCHE’ CAMBI (o CERCHI) UN PROFESSIONISTA
  3. CHE ESIGENZE HANNO I TUOI COLLABORATORI RIGUARDANTI L’ATTIVITA’ DEL
    PROFESSIONISTA
  4. CHE REALE BUDGET HAI DA INVESTIRE

Ora hai una buona dose di strumenti per capire come riconoscere il Miglior Commercialista o Consulente del Lavoro al primo incontro!


Ti piace questo articolo? Condividilo, basta un clic!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento su “Come Riconoscere il MIGLIOR COMMERCIALISTA al Primo Incontro

Lascia un commento

HO 2 REGALI SOLO PER TE!

- NO SPAM - NO offerte a pagamento - ti cancelli quando vuoi

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del D. Lgs. 196/2003